Director Emanuele Della Valle on His Creative Vision

Arte E Cultura




Gusmano Cesaretti

Potresti pensare a Emanuele Della Valle - l'ex dirigente della moda e imprenditore dello stile di vita - come il tipo di ragazzo che trascorre il suo tempo nei luoghi più glamour del mondo, ma ascoltarlo raccontarlo, nulla potrebbe essere più lontano dalla verità.



'Sono stato in giro per Atlantic City e nei dintorni per circa 15 anni,' Della Valle, che chiama Manhattan a casa, dice della fatiscente cittadina balneare del New Jersey famosa per i suoi casinò alla moda.

Ma non sta trascorrendo il suo tempo alle slot machine; Della Valle ha osservato una cultura che ha ispirato il suo lungometraggio di debutto, Le zone umide, che uscirà il 15 settembre. È una storia oscura e contorta di un poliziotto che sta tentando di riconnettersi con la moglie e la figlia estranee, nonostante combattendo i suoi formidabili demoni. Vanta anche un cast invidiabile, tra cui Heather Graham, Jennifer Ehle e Adewale Akinnuoye-Agbaje.






Adewale Akinnuoye-Ajeje e Heather Graham in Le zone umide.
Gusmano Cesarett

'Ho sempre avuto l'amore per la letteratura e il cinema noir, e gli inverni ad Atlantic City mi ricordano la città in cui sono cresciuto in Italia, quindi sono stato ispirato a creare un mondo fuori da ciò che accade quando i turisti partono e il arrivano le nuvole, & rdquo; lui dice. & ldquo; ho fatto ricerche con poliziotti, gangster, surfisti e ogni sorta di altri personaggi per far girare le cose. Non è un film tipico per un ragazzo di moda italiano, ma devi fare ciò che ti eccita. & Rdquo;

Qui Della Valle si apre al suo processo per la nostra sbirciatina all'interno delle abitudini di una mente creativa.

Come ti prepari per essere creativo? qual è il tuo rituale?

Mi piace rileggere il lavoro che ho fatto parola per lavoro prima di andare a dormire. Questo è il modo migliore per fare le cose. È bello iniziare la giornata con nuove idee che sono appena arrivate da te. È come pregare; funziona in modi misteriosi.

Qual è il posto più favorevole in cui lavorare?

Per me, è una piccola stanza piena di libri e senza vista. Ho un approccio monastico alla scrittura, altrimenti sono facilmente distratto. scrissi Le zone umide a casa nel Greenwich Village, in soffitta nel mio piccolo laboratorio, ma ora ho un ufficio in cui sto scrivendo. Sta andando bene, ma ora ho una vista così chi lo sa.

Quale elemento è assolutamente necessario per il tuo processo?

Ho bisogno dei miei libri, specialmente quelli visivi che sono il mio riferimento. Ho bisogno di quaderni e penne. Per i quaderni, un vecchio in Italia li fa per me. Hanno messo in rilievo le mie iniziali e mi fanno sembrare molto accademico.




Emanuele Della Valle on the set of Le zone umide.
Gusmano Cesarett

A che ora del giorno preferisci lavorare?

Al mattino, dopo che porto i miei figli a scuola e porto a spasso i miei cani. Sono re laboratori.

Qual è il tuo spuntino preferito?

Sfortunatamente, la nicotina.

Come prendi il tuo caffè?

Espresso, nero.

Chi è il tuo collaboratore preferito?

I miei libri.

Cosa fai più spesso per procrastinare?

Sono facilmente distratto; Prenderò un libro per un riferimento specifico e mi perderò completamente nel libro.

Qual è il tuo miglior trucco per superare un blocco?

È molto semplice. Devi solo sederti e iniziare a scrivere. Continua così.

Si dice che il genio sia l'ispirazione all'uno per cento e il sudore al 99 per cento. Cosa è che rapporto ti piace?

All'inizio della realizzazione di un film, è il contrario di questo. È più sull'arte, ma alla fine diventa tutto sull'arte e questo è ciò che ti fa sudare.

Qual è il tuo progetto da sogno?

freddy trump jr

Ora che ho girato il mio primo vero film, ciò che mi piacerebbe avere è una piccola casa di produzione che è una calamita per i giovani talenti. Il mio sogno è lavorare con scrittori e persone visive per creare un lavoro interessante, non grande.

Cosa hai imparato da un fallimento?

Devi sapere come battere. Non lamentarti troppo, raccogli i pezzi e ricomincia.

Qual è la tua creazione preferita finora?

Tutti i personaggi per cui ho creato Le zone umide. Sono come i bambini che mi hanno lasciato per vivere le loro stesse vite. Hanno passato anni nella mia testa, e ora sono sullo schermo e poi se ne andranno.

Quale speri sarà il tuo lascito creativo?

Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che era all in.