Il culto del campo estivo ebraico

Arte E Cultura




Getty Images

Il venerdì sera indossavamo il bianco.



Era obbligatorio, l'aspetto monocromatico, ma a nessuno importava; alcune delle ragazze più grandi addirittura arricciavano i capelli e applicavano un ombretto color acqua, come se avessero avuto un appuntamento con Dio. Prima di cena, abbiamo recitato le tradizionali benedizioni di Shabbat oltre alla versione semi-anglicizzata dell'Hamotzi che abbiamo cantato all'inizio di ogni pasto in stile kosher. (& ldquo; Hamotzi lechem min haaretz, ringraziamo Dio per il pane & hellip; & rdquo;) Successivamente, ci siamo riferiti al campo di tiro con l'arco per Folk Dancing.

Oggi i campi ebraici offrono spesso un'esperienza religiosa che è più coinvolgente di ciò che molte delle loro accuse stanno arrivando a casa.



charlotte casiraghi baby

Se fosse stato possibile per i passanti vederci volteggiare dalla strada di montagna sottostante, sarebbero stati perdonati per aver pensato che potremmo essere membri di una setta di dimensioni pari a una pinta. Soprattutto perché non avrebbero del tutto sbagliato: c'era qualcosa di un po 'di culto nella nostra devozione alle norme e tradizioni specifiche di Camp Louise, un campo notturno a Cascade, nel Maryland.

Cultish, ma non unico: ho una buona autorità che gli abitanti dei campi ebraici in tutto il paese, tra cui Kinder Ring, Surprise Lake, Ramah, Tawonga e Pinemere (per non parlare del nostro campo fratello, Thurmont, Maryland & Camp) Airy), sono ugualmente dedicati ai rituali dei loro ritiri estivi.




Getty Images

Certo, questo non è esattamente un incidente. Secondo il libro Un posto tutto nostro: The Rise of Reform Jewish Jewish Camping, il primo campo notturno ebraico fu fondato a New York nel 1893, con centinaia di altri che sorsero verso la metà degli anni '20 per servire i bambini residenti nelle fabbriche e gli operai delle fabbriche degli immigrati dell'Europa orientale. (Louise e Airy, fondate rispettivamente nel 1922 e nel 1924, fanno parte di questo lotto.)

Molti di questi primi campi potrebbero essere descritti come osservatori casuali - erano ebrei perché i loro campeggiatori lo erano - mentre in seguito i campi avevano maggiori probabilità di esserlo esplicitamente. Qualunque sia il loro scopo originale, tuttavia, i campi ebraici di oggi offrono spesso un'esperienza religiosa che è più coinvolgente di ciò che molte delle loro accuse stanno portando a casa. E a causa della natura del campo estivo, vale a dire, è divertente ed è troppo veloce, la nostalgia insorge quasi immediatamente e per alcune cose piuttosto improbabili.

Come ad esempio la danza. È stato bello? Oggettivamente, no. In effetti, nonostante sia stato ufficialmente definito come Danza popolare israeliana, non era nemmeno particolarmente semitico. Il nostro repertorio era composto da forse una dozzina di routine discrete, ognuna delle quali corrispondeva a una canzone particolare. Ma i due più popolari erano di gran lunga la versione del Tennessee Ernie Ford del 1955 di 'Sixteen Tons' - una canzone sull'estrazione del carbone - e la cantante sudafricana Miriam Makeba 'Pata Pata', Pata Pata, & rdquo; che abbiamo invariabilmente definito 'Noxzema', 'rdquo; perché era così che i nostri cervelli suburbani degli anni '80 interpretavano i primi due terzi della lirica spesso ripetuta in lingua xhosa, 'Nants iPata Pata'.




Getty Images

Ma era nostro, o abbastanza vicino. Così come il trio di attività in continua evoluzione guidate da donne anziane (lavorazione della pelle, cucina e smalto di rame), che erano più amate della maggior parte di quelle insegnate anche dalle più belle ragazze del college. Così come i noiosi servizi mattutini al sole, che si tenevano in un teatro all'aperto noto come il Solarium.

Così come Mensa e Cab Night e, del resto, il terreno scomodo e collinoso e privo di laghi su cui i filantropi di Baltimora Aaron e Lillie Straus avevano deciso di costruire il campo stesso.

miglior formaggio blu

Durante l'anno scolastico non parlavo spesso di queste cose: non avevo nemmeno visto o parlato veramente con i miei amici del campo, nonostante li adorassi, e vivevano tutti entro un raggio di trenta miglia dai miei genitori. Casa nel nord della Virginia. Ma penso che Camp Louise abbia avuto un effetto. Soprattutto dato che non mi piaceva particolarmente la scuola ebraica, probabilmente era bello che stavo ottenendo qualcosa da essere ebreo, specialmente quando sembrava che tutti gli altri membri del mio gruppo (quasi interamente cristiano) andassero insieme al CCD, o Giovane vita.

E, ovviamente, ho continuato a tornare indietro.




Getty Images

Detto ciò, ho trascorso nove estati a Camp Louise, iniziando solo poche settimane dopo il mio ottavo compleanno e finendo l'anno del mio ventesimo. (Questa mattina, non riuscivo a ricordare la mia password Gmail, ma posso dirti in quali cuccette ero: 2, 3, 10, 14, 20, 27, 27 e 32.)

principe del ghana

Non era nemmeno il mio unico accampamento ebraico: prima che io fossi abbastanza grande per lavorare a Louise, ma dopo che io e i miei amici decidemmo, purtroppo, come alunni della terza elementare, che potevamo invecchiare troppo per andare lì, lavoravo ad Achva, un campo diurno locale.

Ma se stai leggendo questo alla ricerca di una risposta veramente definitiva alla domanda non del tutto eterna del perché gli ebrei siano così ossessionati dal campo, non sono sicuro di poterti aiutare. È un po 'come chiedere perché i non ebrei amano la pancetta. Se lo hai provato, il tipo di domanda risponde da solo.